La Bioimpedenziometria (BIA) è una metodica, assolutamente non invasiva, eseguita con una specifica bilancia, dotata di piastre metalliche capaci di rilevare il passaggio di una corrente, per nulla percepita dal cliente. Impostati i parametri di età, altezza, sesso e livello di attività motoria (sedentario /sportivo), il cliente viene fatto salire sulla bilancia, in modo appropriato, e a contatto diretto con le piastre, per mezzo delle mani e dei piedi.                   Trascorsi circa 15 secondi, oltre al peso corporeo, la bilancia alabora una serie di dati, cosiddetti impedenziometrici, calcolati sulla base di un algoritmo presente nel suo software. Questi vengono riportati in un apposito programma che ci darà una misurazione della composizione corporea, in termini di massa grassa (totale e segmentaria), massa magra, massa muscolare (tatale e segmentaria), acqua corporea, massa ossea, metabolismo basale, età metabolica e livello di grasso viscerale. L'esame viene ripetuto ad ogni successivo controllo, in modo tale da poterlo confrontare con i risultati precedenti, così da valutare le variazione della composizione corporea nel tempo. Ciò risulta utile, quindi, per valutare i progressi verso l'obiettivo prefissato.